La videoarte nel mondo del software

  

Raccolta di saggi     +     Antologia di videoarte

                                               dall'archivio del C.A.R.M.A.

                             

a cura di Lino Strangis

Saggi di:

Alessandro Amaducci, Valentino Catricalà, Mariagrazia Costantino, Guglielmo Emmolo, Marco Maria Gazzano, Lino Strangis, Lorenzo Taiuti
 


Opere di:

Rebecca Agnes, Alessandro Amaducci, Piero Chiariello, Nhieu Do, Guglielmo Emmolo,

Mattias Harenstam, Igor Imhoff, Gabriele Pesci, Arash Radpour, Lino Strangis



Testi biografici di:

Veronica D'Auria

Selezione opere audiovisive di: 

Le Momo Electronique



L'edizione, totalmente dedicata alle produzioni di videoarte digitale degli ultimi anni, è uno dei primi tentativi di disporre dette forme artistiche alla portata di un ampio pubblico grazie alla pubblicazione a basso costo di opere di alcuni tra i più interessanti artisti internazionali delle ultime generazioni. 


Il tema della videoarte è affrontato da vari punti di vista e con diversi registri ma si possono individuare due filoni fondamentali: da una parte uno sguardo di tipo più storico e "imparziale" se anche non manchevole di una certa dose di "profondità" teorica, dall'altra scritti evidentemente mossi da una forte volontà "speculativa". Una parte del testo consiste nella documentazione riferita alla collettiva di opere audiovisive proposte nel dvd, ma gli scritti dei vari autori sono da considerarsi prevalentemente autonomi dalla selezione proposta. 




Primo testo della collana Audiovisioni digitali, ideata da Lino Strangis ed edita da Palladino editore, La videoarte nel mondo del software, oltre ad essere una raccolta di saggi che focalizza il suo interesse verso l'interpretazione e l'analisi speculativa di alcune attuali tendenze della videoarte in epoca digitale, è il primo tentativo in Italia (e uno dei primi al mondo) di portare l'arte di oggi alla portata di tutti.

 

"La cosiddetta videoarte,  - afferma Lino Strangis - essendo nata nel contesto delle attività del gruppo fluxus, ha  fin dall'inizio legato il suo destino a quello delle altre arti contemporanee (pur detenendo alcune caratteristiche nettamente differenti) e quindi alle gallerie d'arte ed al loro modo di diffondere e vendere le opere. Ma a distanza di 50 anni è ormai necessario considerare che trattandosi di arte riproducibile ( e non c'è bisogno di scomodare Benjamin) i sistemi feticisti legati al valore dell'unicum (o comunque di esigue tirature di copie numerate) non sono il metodo adatto per questo genere di espressione artistica, che odiernamente mostra la possibilità di configurarsi come arte "per tutti", alla portata delle masse, grazie  ad una larga acquistabiltà [...] Abbiamo trovato un editore coraggioso e insieme a lui, in tempi di profonda crisi economica, lavoriamo per traghettare questi elaborati audiovisivi dalla nicchia ad un pubblico quanto mai allargato, stampando su carta e imprimendo su disco, ma usando il web per accorciare fruttuosamente le distanze e semplificare la logistica (come accade per i libri, i dvd home thetre o i videogiochi distribuiti a tiratura illimitata nel mondo "reale")  [...] Tra le altre cose da quando la nostra prima edizione è presente sui grandi distributori on-line (come Amazon o Ibs) possiamo dire  di aver portato delle vere opere d'arte, ormai riconosciute da istituzioni museali di varie nazioni del mondo, alla portata di un pubblico sconfinato ed enormemente più ampio di quello che va alle fiere d'arte, generando una concreta rivoluzione nei sistemi di distribuzione del prodotto artistico."

La pubblicazione, pensata per essere annualmente "rigenerata", inserendo nuovi saggi e nuovi contenuti audiovisivi, è direttamente collegata, come la collana di cui fa parte (diretta da Strangis) all'attvità espositiva, storico-critica e speculativa del C.AR.M.A. - Centro d'Arti e Ricerche Multimediali Applicate da anni impegnato nel monitoraggio della produzione indipendente internazionale.



 

Acquista il libro+DVD "La videoarte nel mondo del software"  

23 euro comprese spese di spedizione

WHAT'S UP?

Real virtuality. Opere e pensieri di un artista nell'era del software 

Lino Strangis

 

A cura di: Veronica D'Auria

Editore: Kappabit

Collana: AltriSensi

Anno edizione: 2017

viale Attilio Bertolucci n°49, 00131, Roma
Tel: 06 41294836
Mail: ass.carma@gmail.com
​        

Veronica D'Auria 349 2304021
veronica.dauria@gmail.com
  • w-facebook
  • w-twitter
  • w-googleplus
La videoarte nel mondo del software

​Raccolta di saggi + Antologia di videoarte dall'archivio del C.A.R.M.A.

a cura di Lino Strangis

Lino_Strangis,_Altre_musiche_per_altri_m

Lino Strangis |

"Altre musiche per altri mondi"

Performance intermediale

4 Aprile 2019  

KLANG, Roma

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now